DOUBLE ha inaugurato la sua presenza nel territorio moda capitolino gennaio 2012, coproducendo l’evento “AT LAND” del designer FabrizioTalia, all’interno del calendario di Altaroma.

“…..Il mio lavoro insiste sull’idea della metamorfosi…. quando le immagini si trasformano l’una nell’altra rivelano, nel loro flusso di continuità, l’intima struttura del movimento, narrando che il tempo è edificato nel corpo della Donna nel senso di un continuo Divenire….”
(ES)* ARTISANAL BY FABRIZIO TALIA

torna ad Alta Roma Con “At Land”. Un progetto per raccontare l’identità femminile
attraverso tre linguaggi espressivi, che esplorano da tre diversi punti di vista lo stesso
universo.

La collezione
Nelle tre creazioni presentate si consolida l’intesa stilistica con Iosselliani, che riprende
la trama di un’antica tradizione orafa, declinando le suggestioni di gemme, ori e metalli
in forme di ispirazione decò in un unicum armonioso e compiutamente integrato con i
capi classici realizzati in calde lane bianche, di foggia vagamente maschile, sviluppati
con USAI, marchio che interpreta ed aggiorna la tradizione sartoriale della più antica
fabbrica italiana di divise militari, ma con un esito che è capace di cogliere una condizione
profondamente intima della grazia femminile.

La Performance
Il corpo nudo, senza il supporto di altri mezzi espressivi.
Un tableaux vivant di forte intensità comunicativa, palesata dalle tensioni muscolari di due
corpi sospesi nel vuoto. Avvinghiati e intrecciati in un tentativo di resistenza alla caduta,
essi rivelano la loro plastica bellezza in un crescendo di suggestioni scultoree classiche
cariche di pathos.

L’ Installazione Video
Le immagini raccontano il mondo interiore della donna, cercando di svelarne l’universo
che vi è celato attraverso un montaggio in cui il volto della protagonista viene
ripetutamente scomposto e ricomposto sul suo stesso volto, in uno spazio astratto, quasi a
sottolineare la differenza tra il tempo reale e il tempo della memoria.
Protagonista assoluta e Musa ispiratrice è Simonetta Gianfelici, la quale con la levità
ineffabile della sua immagine, esprime ed interpreta un testo di Maya Deren, trasmettendo
e diffondendo un alone di suggestioni estetiche, le quali divengono specchio e riflesso
di una bellezza interiore, che è anche bellezza etica e intellettuale, sintesi mirabile
dell’universo estetico di (ES)*.

www.esartisanal.com